Cupcake foresta nera

Cupcake Foresta Nera

Preparare i cupcake è divertente perchè se ne possono preparare di diverse varietà sempre gustosi e graditi – soprattutto a Federico.

cup-cake-foresta-nera

Dosi: 12 cup cake medi
Tempo: 30′
Difficoltà: facile

Ingredienti per i cupcake al cioccolato
125 gr di burro;
125 gr zucchero
2 uova
2 cucchiai di latte
10 gr di farina;
3 cucchiai rasi di cacao amaro
1/2 bustina (ca 8 gr) di lievito in polvere per dolci
6 cucchiai di marmellata di amarena
Per lo sciroppo
150 ml di acqua
50 gr di zucchero
3 cucchiai di kirsh
Per la copertura
250 ml di panna
12 ciliegie fresche
1/2 cucchiai di cioccolata fondente grattugiata

Preparazione

1) Accendete il forno e fatelo riscaldare a 180° (gas 4).

2) Mescolate il burro morbido e lo zucchero in un frullatore con le fruste fino ad ottenere un impasto chiaro e spumoso.. Aggiungete le uova ed il latte; continuate a frullare. Aggiungete quindi la farina setacciata ed il cacao, montate fino a che il composto risulti liscio ed omogeneo.

3) Dividete l’impasto in 12 formine da cupcake medie e fate cuocere in forno circa 12/15 minuti. Se uste le forme da cupcake piccole cuocete per 10 minuti. Una volta cotte, sformate e lasciate raffreddare su di una griglia.

4) Preparate lo sciroppo facendo bollire qualche minuto l’acqua con lo zucchero. Una volta raffreddata aggiungere il liquore.

5) Tagliare la parte superiore dei cupcake facendo un “buco” che lasci giusto il margine del cup cake e creando una specie di tappo. Bagnare la parte interna del cupcake con lo sciroppo e riempire il buco con la marmellata di amarene. chiudere con il “tappo” di dolce.

5) Montare la panna e ricoprire i cupcake; decorare con una ciliegia ed il cioccolato grattugiato .

smile

Brownies

Federico voleva preparare un dolce da solo, ovviamente al cioccolato, veloce, facile e che gli facesse fare bella figura con il suo primo video da piccolo chef. Il video non è venuto bene onestamente, ma non potevo non pubblicare perchè lui ci sarebbe rimasto male. Ma i brownies sono venuti ottimi e li abbiamo divorati subito.

Come certamente sapete sono dolcetti leggeri ma molto saporiti perchè ricchi di burro che in genere sono a base di cacao cui si aggiungono nocciole, o cocco, o caramello, o farina di mandorle o ancora burro di arachidi, insomma sono quasi una base neutra da arricchire in base al vostro gusto.

brownies

potete vedere il video su youtube: http://youtu.be/4h2nLMyWavs

Dosi6 persone

Tempo: 40′

Difficoltà: facile

Ingredienti
1 50 gr di burro;
180 gr di cioccolato;
120 gr di farina;
1 cucchiaino di lievito chimico in polvere;
60 gr di nocciole;
1 pizzico di sale;
2 uova medie;
70 gr di zucchero
50 gr zucchero a velo

Preparazione
1) Mescolate in una ciotola farina, zucchero a velo e cacao, aggiungete le uova leggermente sbattute con un pizzico di sale e mischiate tutto con una frusta a mano.

2) Fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato, ed una volta sciolto aggiungete anche il burro fatto a dadini, amalgamate tutto, quindi fate intiepidire.

3) Unite all’impasto, il burro e il cioccolato sciolti e continuate a mischiare con la frusta a mano fino a che non si sarà amalgamato tutto per bene-

4) Versate il composto in un teglia quadrata da 22cm rivestita da carta da forno ed infornate in forno già caldo a 180° (forno elettrico, per il forno a gas livello 3) per 30/35 minuti circa.

5) Una volta sfornati i brownies (devono rimanere morbidi all’interno) toglieteli dalla teglia e posateli con ancora la carta da forno su una griglia. Una volta raffreddati tagliateli a dadini e se dovessero rimanere potete conservarli in una scatola di latta per un paio di giorni.

Tronchetto di Natale (di Federico)

E’ Natale, tempo di luci, allegria, dolci (ovviamente) e di tempo trascorso in famiglia, così Federico ed io ci siamo dedicati a preparare i dolci di Natale tipici della tradizione napoletana come roccocò, struffoli, mustaccioli, pasta di mandorla e cassata. Federico ama però molto decorare i dolci perché per lui è un po’ come colorare, dare sfogo alla sua creatività e così oggi abbiamo preparato un tronchetto di Natale che ha decorato completamente lui! Il tronchetto o buche de noel è un dolce tipico della pasticceria francese ma è oramai parte integrante anche della nostra tradizione. Io lo preparo con un biscuit semplice, farcito di crema pasticciera al cioccolato e ricoperto di crema al burro al cacao o di ganache.

tronchetto di Natale

Dosi: 8 persone
Tempo: 1 h
Difficoltà: facile

Ingredienti
per il biscuit
5 uova
120 gr farina 00
120 gr di zucchero semolato
per la crema pasticciera
3 uova
1/2 lt di latte intero
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di Maizena (amido di mais)
50 gr cioccolato fondente
Per la crema al burro
150 gr di burro
300 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di acqua calda
2 cucchiai colmi di cacao amaro
per le decorazioni
codine di cioccolato, confettini, ciliegine e qualsiasi cosa vi possa piacere!

Procedimento

1) Iniziamo con la crema pasticciera. In una pentola dal fondo spesso, montate con una frusta,  i tuorli con i 3 cucchiai di zucchero, aggiungete quindi le farine setacciate continuando a girare, accendete il fuoco (una fiamma molto bassa) e aggiungete il latte caldo. Continuate a girare la crema con la frusta in modo che non si formino grumi (dal centro verso l’esterno, sempre nello stesso verso…vecchio. insegnamento che non abbandono mai). Quando la crema inizia a bollire un po’ girate un altro paio di minuti (per far cuocere la farina), aggiungete il cioccolato a pezzetti, fatelo sciogliere e spegnete. Coprite la crema con della pellicola in modo che non si formi una crosta di crema dura in superficie.

2) Prepariamo il biscuit. Montate nella planetaria con la frusta,  gli albumi a neve ferma, aggiungendo quando sono già montati lo zucchero, fino a farlo assorbire completamente in modo da ottenere una meringa molto soda e lucida.
Aggiungete quindi, i tuorli amalgamando dal basso all’alto delicatamente con una spatola o un cucchiaio, in modo da incorporare aria e non far smontare gli albumi.
In ultimo aggiungete la farina ben setacciata amalgamando ancora con calma dal basso all’alto.
Versate l’impasto in una teglia quadrata di 40 cm di lato , foderata di carta forno e infornate in forno caldo a 200° ventilato (elettrico) o a livello 4 (a gas). Lasciate cuocere circa 10 minuti.

3) Quando il biscuit è ancora tiepido, staccatelo dalla carta forno e farcitelo con la crema pasticciera, stendendo la base su tutta la superficie lasciando liberi solo i bordi per un cm circa. Arrotolate quindi il biscuit in modo che raffrenandosi mantenga la forma.

4) Per la crema al burro, dovreste semplicemente montare in un frullatore il burro morbido con lo zucchero a velo e l’acqua calda per circa 10 minuti fino ad ottenere un composto spumoso, aggiungete in ultimo il cacao e continuate a montare fino a quando non sarà assorbito.

5) Assemblate il tronchetto. Tagliate il rotolo in due parti non della stessa misura e praticando un taglio diagonale. Unite le due parti in modo da formare un “tronco” spezzato, ricopritelo con la crema al burro e quindi decoratelo come preferite. Federico ha praticato dei solchi per riprodurre la corteccia di un tronco e poi ha dato sfogo alla sua fantasia. Tenete in frigo almeno un’ora prima di mangiarlo.

Ciambelle (doughnut)

I doughnut o ciambelle glassate sono tipici dolci di origine americana. Queste ciambelle sono in genere fritte ma è anche possibile cuocerle al forno e vengono in genere coperte con glasse colorate o cioccolata e ancora sono talvolta farcite con marmellata, cioccolata o miele. Federico me le ha chieste spesso e mi è capitato di prepararle con la ricetta delle graffe, oggi ho invece voluto provare la ricetta originale e onestamente sono molto soddisfatta, morbide, leggere, non troppo dolci, semplicissime da preparare e tanto allegre e colorate perfette per la merenda dei bambini o una festa.

doughnut

Ingredienti 

Ciambelle
75 gr burro
300 gr farina OO
300 gr farina forte (manitoba)
70 gr di zucchero
250 ml latte
2 uova
12 gr lievito di birra
5 gr di sale
qualche goccia di estratto di vaniglia
olio di semi per friggere

Glassa
20 gr burro
150 gr zucchero a velo
100 gr cioccolato fondente
acqua qb
coloranti alimentari (poche gocce)
codine di zucchero colorate

Procedimento
1) In una ciotola, sciogliete il lievito di birra con un cucchiaio di latte tiepido preso dal totale e un cucchiaio di zucchero.

2) Nella ciotola della planetaria mettete le farine (lasciatene ca 50 gr da parte per poi lavorare l’impasto successivamente) e il lievito sciolto, aggiungete le uova, il sale, la vaniglia e iniziate ad amalgamare con il gancio a foglia. Aggiungete il latte tiepido e lasciate lavorare l’impasto a velocità media per ca 10 minuti, finchè l’impasto non si stacca dalle pareti e avrà un aspetto liscio ed omogeneo.

3) Coprire la ciotola con la pellicola e lasciar lievitare nel forno col la lucina accesa fino al raddoppiamento del volume (ca 2/3 ore in base alla temperatura esterna).

4) Quando l ‘impasto avrà raddoppiato il suo volume, rovesciatelo su una spianatoia infarinata e stendetelo con il mattarello per ottenere uno spessore di ca 1 cm.

5) Tagliate le ciambelle con un tagliapasta tondo del diametro che preferite (io ne ho usato uno grande di 8 cm e uno più piccolo per fare il buco centrale di 3 cm) per ottenere le ciambelle e usate il centro per fare dei piccoli bomboloni fritti. Appoggiate le ciambelle su una teglia da forno infarinata e lasciar lievitare per un’altra ora sempre nel forno con la lucina accesa.

6) Preparate intanto le glasse. Sciogliete il burro e e aggiungetelo allo zucchero a velo, aggiungete anche un po’ di acqua per rendere fluida (ma non troppo) la glassa e coloratela con i coloranti. Potete aggiungere un paio di cucchiai di questa glassa alla cioccolata fondente sciolta a bagnomaria o nel microonde.

7) Trascorso il tempo necessario, friggete le ciambelle in abbondante olio di semi molto caldo in una padella alta o in una pentola. Le ciambelle devono galleggiare nell’olio e devono essere girate un paio di volte. appena pronte mettetele ad asciugare su carta assorbente. Potete friggere anche il centro delle ciambelle e servirle solo con dello zucchero a velo.

8) Immergete le ciambelle ancora tiepide nelle glasse preparate e lasciatele asciugare per qualche minuto prima di mangiarle

Bignè e profitteroles

Un dolce classico della cucina francese, adottato dalla pasticceria internazionale amato da tutti nelle sue molteplici varianti. Dai semplici bigne alla crema, ai profittoreles, eclaires, e così via.
I bignè sono composti dalla pasta choux, una pasta leggera e delicata usata sia per preparazioni dolci che salate. La pasta choux é semplice da preparare, non ha bisogno di stampi ne complesse e lunghe procedure ed ha una cottura veloce.
Io ho preparato dei bignè alla crema pasticciera semplice e aromatizzata al caffè, per la merenda dei bambini e dei profitteroles alla panna per il compleanno di mia cognata. (le dosi per la pasta choux sono infatti abbondanti, per un piatto di profitteroles per 6 persone potete tranquillamente usare una dose con 4 uova).

profitteroles

Tempo: 60′ (preparazione e cottura)
Dosi: per 6 persone
Difficoltà: media

Ingredienti 
Pasta choux
450 ml acqua
200 gr farina OO
150 gr burro
6 uova medie
1 pizzico sale
1 cucchiaino di zucchero
Crema pasticciera 
3 tuorli
200 gr di panna
300 cl di latte intero
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
1 cucchiaio di amido di mais
Copertura per bignè
50 gr cioccolato fondente
100 ml panna
50 gr zucchero a velo
1 cucchiaio di caffè ristretto
Copertura al cioccolato per profitteroles
500 ml latte
1 cucchiaio colmo di farina
1 cucchiaio di amido di mais
75 gr di cacao amaro
200 gr di zucchero
qualche goccia di essenza di vaniglia (possibilmente hand made)
1 noce di burro
50 gr cioccolato fondente
200 ml di panna fresca
50 gr di zucchero a velo

profitteroles2

Procedimento Bignè

1) Preparate la pasta choux. Versate in una pentola l’acqua, lo zucchero, il sale. Quando l’acqua inizierà a bollire, toglietela dal fuoco e aggiungetevi la farina tutta insieme (ma precedentemente setacciata molto bene) e mescolate bene con un cucchiaio di legno in modo da evitare che si formino grumi.

2) Rimettete la pentola sul fuoco e continuate a mescolare finchè il composto non diventerà ben liscio e formerà una palla staccandosi dalle pareti.

3) Spegnete il fuoco e lasciate intiepidire il composto.

4) Aggiungete quindi le uova, una alla volta, aggiungendo la successiva solo quando la prima sarà ben assorbita. Potete eseguire questa operazione nella planetaria utilizzando il gancio a foglia.

5) Una volta assorbite e ben amalgamate tutte le uova, mettete il composto in una sac a poche con un becuccio liscio e, ungete di burro la placca del forno (oppure usate della carta forno) e formate dei mucchietti di pasta rotondi, per avere sia i bignè che i profitteroles.

6) Infornate i bignè in forno preriscaldato a 200° con forno ventilato (livello 3 per il forno a gas). Fate cuocere per ca 20 minuti, spegnete poi il forno e lasciate all’interno i bignè per altri 10-15 minuti con lo sportello leggermente aperto per farli asciugare bene l’interno.

Procedimento crema pasticciera

1) In una pentola a fondo alto, montate i tuorli con lo zucchero, quindi aggiungete farina e amido setacciati, amalgamate ancora e quindi aggiungete il latte e la panna caldi, la buccia grattugiata del limone e il succo filtrato.

2) Ponete la pentola sul fuoco basso e cuocete la crema girando dall’interno verso l’esterno senza mai cambiare il verso e fate cuocere fino ad un inizio di bollore, quindi spegnete coprite con la pellicola la superficie della crema in modo che non si formi la “crosta” di crema dura durante il raffreddamento.

3) Aromatizzatene metà dose di crema con un cucchiaino di caffè solubile (o di più in base ai vostri gusti)

Procedimento copertura per bignè

1) Sciogliete lo zucchero a velo con il caffè. Se fosse necessario aggiungete altro zucchero a velo per avere una glassa densa che non coli sui bignè!

2) Fate bollire la panna e versatela sulla cioccolata grattugiata (una simil ganache) mescolate bene in modo da sciogliere la cioccolata e lasciate raffreddare.

Procedimento copertura per profitteroles

1) Unite la farina, con il cacao, lo zucchero e l’amido di mais. Mettete il tutto in una pentola e aggiungete il latte a filo, amalgamate bene in modo da evitare che si formino grumi.

2) Cuocete la crema a fuoco basso girando continuamente fino al bollore, aggiungete quindi il burro e la cioccolata fondente a pezzi e terminate di cuocere fino a che non otterrete una crema liscia e densa. lasciate raffreddare mettendo il coperchio della pentola, in modo che il vapore acqueo eviti di far formare la crosta più dura in superficie.

Assemblate i bignè

1) Mettete la crema in una sac a poche e farcite i bignè come preferite (metà a crema pasticciera semplice e metà al caffè ad esempio) riempiendoli di crema dalla parte inferiore che avrete precedentemente bucato.

2) Ricoprite i bignè con la glassa al caffè è con quella al cioccolato

Assemblate i profitteroles

1) Montate la panna e addolcitela con lo zucchero a velo (potete aumentarne o diminuirne al dose in base al vostro gusto) e mettetela in una sac a poche.

2) Farcite i bignè con la panna e sistemateli su di un piatto da portata a forma cilindrica. Versatevi sopra la copertura al cioccolato oramai fredda e conservateli in frigo fino al momento di mangiarli.

DSCF1440

Pangoccioli

I lievitati sono una vera tentazione per me, sia da preparare che da mangiare soprattutto. avendo – stranamente – un po’ di tempo libero ho pensato di preparare i pangoccioli di Paoletta (blog: Anice&Cannella)  soffici brioche, morbide, profumate e buonissime da mangiare per merenda o colazione.
Sinceramente non ho mai provato quelli “industriali”, i prodotti confezionati in genere non mi attirano molto sia per il gusto sempre un po’ troppo “forte” sia perchè mi portane sempre mal di stomaco! (saranno i conservanti?additivi? boh?) ma questi li ho divorati!
Temevo di fallire e invece seguendo la ricetta passo passo mi sono risultati dei pangoccioli  perfetti e a casa sono finiti in un baleno. L’unica cosa che ho variato dalla ricetta originale è il peso, li ho fatti un po’ più piccoli per questione di gusto e non altro.
Comunque io vi copio la ricetta per completezza (io ho usato il lievito di birra non avendo più lievito madre purtroppo) ma ovviamente potete seguire le indicazioni originali qui>>> “I Pangoccioli

pa

Dosi: ca 20 pangoccioli (io da 60 gr)
Tempo: 5 h ca (30′ preparazione, 20′ cottura, 4h ca per la lievitazione)
Difficoltà: media

Ingredienti:
500 gr di farina 00 W330 (io ho usato: 250 gr di farina 00 e 250 gr di manitoba del super)
10 gr di lievito di birra fresco
1 cucchiaino di miele
1 tuorlo
1 uovo
80 gr di zucchero
10 gr di sale
50 gr burro
25 gr di strutto
75 gr di gocce di cioccolato (tenute in freezer)
buccia d’arancia grattugiata
1 cucchiaino di estratto di vaniglia
150 gr di acqua
115 gr di latte intero
1 tuorlo e poco latte per la pennellatura

Procedimento
1) Con 25 gr di burro presi dal totale, preparare un burro aromatizzato facendo sciogliere quest’ultimo a fuoco basso, insieme alla buccia d’arancia grattugiata, fino ai primi sfrigolii. Coprire.

2) Preparare un lievitino mescolando l’acqua, il miele, il lievito e 150 gr di farina forte (presa dal totale).

3) Dopo circa 1h e 30′ quando il lievitino è gonfio ma inizierà a fare le prime fossette, iniziare l’impasto con la foglia, seguendo questo procedimento:
– aggiungere metà del latte, subito dopo 1/4 dello zucchero, tanta farina quanta ne servirà ad ottenere un impasto morbido ma che incordi.
– proseguire con l’altra metà del latte, la seconda parte dello zucchero e farina necessaria ad incordare.
– inserire un albume, terza parte dello zucchero, farina necessaria ad incordare.
– proseguire con un tuorlo, quarta parte dello zucchero, farina quanto basta e incordare.
– proseguire con un tuorlo, sale, farina quanto basta e incordare.

4) Subito dopo aggiungere la farina rimanente, e impastare fin a che l’impasto sarà legato. Durante tutte le fasi, la massa avrà bisogno di essere capovolta ogni tanto

5) Inserire il burro morbido a pezzetti e poco alla volta, poi il burro aromatizzato, quindi lo strutto a piccoli fiocchi, ed infine la vaniglia, a filo.  Ribaltare ogni tanto l’impasto.

6) Montare il gancio e aggiungere le gocce fredde di freezer a impastare capovolgendo 4 o 5 volte a bassissima vel. e fino a quando queste saranno ben distribuite. Arrotondare l’impasto e metterlo a lievitare 1h coperto.

7) Poi spezzare in 20 pezzi di circa 60 gr l’uno e formare le palline.

8) Mettere a lievitare in una teglia coperta da carta forno, pennellare con tuorlo e latte, coprire con pellicola e attendere il raddoppio.

9) Spennellare di nuovo e infornare a 180° statico (forno a gas a livello 2,5) fino a che i pangoccioli avranno preso un bel colore.

Chocoland la terra dei Golosi

Chocoland, la terra dei golosi- dal 3 al 6 aprile 2014 a Napoli sul lungomare

chocoland

(Via Partenope)  INGRESSO GRATUITO

Stand espositivi, degustazioni, laboratori e molto altro ancora.

Il 5 aprile “Gran Galà di Chocoland” presso l’Hotel Royal Continental (Via Partenope 38 – Napoli): una serata in cui assaporare un menù speciale agli aromi del cacao in una suggestiva atmosfera.

gran galà di chocoland

 

Torta bicolore con profitteroles

Non sapevo come chiamare questa torta molto carina, e molto gustosa che ho fatto tempo fa, e così ho scritto semplicemente quella che è: una torta bicolore con i profitteroles, spero perdonerete la mia poca fantasia smile

torta tagliata

La Torta è costituita da due semplici pan di spagna, uno chiaro ed uno al cacao, farcita con crema pasticciera al cioccolato e crema al burro, ricoperta di panna, e sormontata da una montagna di profitteroles alla panna, ricoperti di una squisita salsa al cioccolato.

Dosi: 10 persone

Tempo: 2 ore e 30′ (più o meno!)

Difficoltà: media

Ingredienti
per il pan di spagna chiaro
5 uova
150 gr farina 00
140 gr di zucchero
per il pan di spagna al cacao
5 uova
150 gr farina 00
140 gr di zucchero
2 cucchiai di cacao amaro
2 cucchiaini di lievito per dolci
per la crema pasticciera
3 uova
1/2 lt di latte intero
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di Maizena (amido di mais)
50 gr cioccolato fondente
Per la crema al burro
100 gr di burro
200 gr di zucchero a velo
per la bagna
1/2 lt acqua
4 cucchiai di zucchero
1 bicchierino di rum (o liquore a piacere)
Per la pasta choux (bigne)
1.5 dl di acqua
50 gr di burro
65 gr di farina 00
1 cucchiaio di zucchero
2 uova
Per la salsa al cioccolato
300 ml di latte intero
1 noce di burro
50 gr di cioccolato fondente
50 gr di cacao amaro
2 cucchiai di farina
100 gr di zucchero

pan di spagna

cerchi

assemblaggio

Procedimento
1) Iniziamo con i due pan di spagna. Potete ovviamente usare le vostre ricette o seguire la mia se preferite. Io preparo i due pan di spagna insieme separandoli solo alla fine prima di infornarli.
Montate nel frullatore,  gli albumi a neve ferma, aggiungendo quando sono già montati metà dello zucchero. tenete da parte.
Montate quindi, i tuorli con il resto dello zucchero, fino ad ottenere una crema chiara e spumosa con lo zucchero completamente sciolto. Aggiungete i tuorli agli albumi, quindi unite la farina setacciata e mescolate delicatamente per non fa smontare gli albumi.
Versate ora metà dell’impasto in una teglia tonda da 24 cm, nell’altra metà aggiungete il cacao e il lievito setacciati, amalgamate e versate in una ‘altra teglia di apri diametro.
Infornate i pan di spagna in forno caldo,  a 180° ventilato (elettrico) o a livello 3 (a gas). Lasciate cuocere circa 30 minuti e dopo la prova stecchino, lasciate raffreddare nel forno aperto.

2) Preparate la crema pasticciera. (sempre usando la vostra ricetta se preferite). In una pentola dal fondo spesso, montate con una frusta,  i tuorli con i 3 cucchiai di zucchero, aggiungete quindi le farine setacciate continuando a girare, accendete il fuoco (una fiamma molto bassa) e aggiungete il latte caldo. Continuate a girare la crema con la frusta in modo che non si formino grumi (dal centro verso l’esterno, sempre nello stesso verso…vecchio. insegnamento che non abbandono mai). Quando la crema inizia a bollire un po’ girate un altro paio di minuti (per far cuocere la farina), aggiungete il cioccolato a pezzetti, fatelo sciogliere e spegnete. Coprite la crema con della pellicola in modo che non si formi una crosta di crema dura in superficie.

3) Preparate i bigne. Per la pasta choux, usate una pentolina da fondo spesso in cui verserete l’acqua e il burro facendolo scioglere a fiamma media, aggiungete lo zucchero e la farina tutta insieme. Togliete da fuoco, continuate a girare  e poi rimettete l’impasto sul fuoco continuando ad amalgamare fino a quando l’impasto non si staccherà dalle pareti e sarà diventato abbastanza corposo. Lasciate raffreddare (intanto preparate la crema al burro) e una volta freddo, aggiungete all’impasto le uova, una alla volta, fatele assorbire amalgamando con un cucchiaio di legno o silicone e poi aggiungete la successiva. Mettete l’impasto in una sac à poche con un beccuccio liscio (ma anche a stella se vi piace di più) abbastanza largo, ungete di burro la placca del forno (oppure usate della carta forno) e formate dei ciuffetti di pasta rotondi. Fate cuocere i bignè per 15 minuti a 220° in forno statico (tenete la temperatura a 200° con forno ventilato e a livello 3 se è a gas) evitando di aprire il forno durante la cottura. Dopo i primi 15 minuti abbassate la temperatura a 190° e cuocete la pasta choux  per altri 10 minuti, trascorsi i quali potete spegnere il forno e lasciare all’interno i bignè per altri 10-15 minuti con lo sportello leggermente aperto per  fare asciugare bene l’interno dei bignè. Una volta freddi farciteli con la panna montata.

4) per la crema al burro, dovreste semplicemente montare in un frullatore il burro morbido con lo zucchero a velo per qualche minuto fino ad ottenere un composto spumoso.

5) Preparate la salsa al cioccolato. In una pentola dal fondo spesso mettete la farina, lo zucchero ed il cacao setacciati, aggiungete lentamente il latte mescolando (in modo da far sciogliere gli ingredienti secchi senza far formare grumi) e mettete sul fuoco. lasciate cuocere fino a che la salsa non si sarà addensata e aggiungete quini il cioccolato fondente spezzettato e il burro. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare a temperatura ambiente.

6) Assemblate la torta. lo Tagliate i due pan di spagna in due dischi e poi ogni disco, con degli anelli di diversi diametri in modo da ottenere alla fine 6 anelli! (3 bianchi e 3 neri). alternate gli anelli bianchi con quelli neri in modo da ricostruire i dischi. bagnateli (con la bagna già fredda) e alternate un disco con l’esterno bianco con uno con l’esterno al cacao e così via. Farcite la torta con la crema al burro su di uno strato e la crema pasticciera sull’altro in modo da avere diverse consistenze e sapori per ogni boccone. Ricoprite la torta con della panna montata, decorate con i bigne alla panna e ricoprite il tutto con la salsa al cioccolato. Tenete in frigo almeno un’ora prima di mangiarla.

E’ davvero buona e divertente.

torta

fetta

Biscotti orsetti

Mi piacciono i biscotti e la pasta frolla e quindi quando mi chiedono di fare una crostata ne approfitto per prepararne in più e pasticciare qualche biscottino. Avevo visto la foto di semplici biscotti con frolla chiara e al cacao a forma di orsetti e quindi li ho preparati per Federico, sono riusciti molto carini.

biscotti orsetti2

Ingredienti

300 gr di pasta frolla (per la ricetta copiate qui)

2 cucchiai di cacao amaro

poco cioccolato bianco e fondente

Procedimento

Preparate la pasta frolla con la ricetta che trovate qui (o con la vostra ricetta preferita).

Dividete la pasta frolla in due porzioni non esattamente uguali e in quella di minor peso aggiungete il cacao, amalgamate e lasciate riposare in frigo circa 1/2 ora. Stendete quindi la pasta frolla al cacao aiutandovi con la farina e con un foglio di carta forno da porre sopra l’impasto in modo che non si attacchi al mattarello. Lo spessore della sfoglia deve essere di circa 1 cm. Con un tagliapasta tondo ricavate circa 20 cerchi che saranno le teste degli orsetti e mettetele sulla teglia che userete per informare foderata di carta forno.

Stendete quindi l’impasto chiaro e con un tagliapasta tondo piccolo ricavate 3 cerchi piccoli per ogni “testa di orsetto” in modo da avere sia il musetto che le orecchie a cui taglierete però, sempre con il tagliapasta, uno spiccio perchè si possano poi incastrare sulle teste.

Bagnate i dischi di frolla al cacao e adagiatevi i “musetti” e le orecchie. Infornate in forno caldo statico elettrico a 180° (o a gas a livello 3) per 10 minuti. Lasciate intiepidire e decorateli con del cioccolato bianco e fondente per gli occhi e il musetto.

biscotti orsetti

Torta noci e cioccolato

Un dolce semplice e forse adatta a salutare il freddo che se ne va, con noci e cioccolata saporito soffice e semplice da fare. A me piace tutta la frutta secca e noci, nocciole, mandorle arachidi cerco sempre di inserirle nelle ricette dolci e salate anche con la scusa che sono ricche di vitamine e sali minerali.

DSC_8781

Dosi: 6 persone

Tempo: 15′ più 60′ di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti
60 gr farina 00
100 gr maizena
180 gr zucchero
5 uova
150 gr cioccolato fondente
1 cucchiaio di cacao amaro
150 gr di burro
1/2 bicchiere di latte
150 gr noci tritate
1 bustina di lievito per dolci
1 arancia (la scorza grattugiata)
4 cucchiai di cointreau

per la copertura
200 gr cioccolato fondente
100 ml di panna

Procedimento
Nel frullatore montate le uova con lo zucchero, una volto che sono chiare e spumose aggiungete il burro e il cioccolato precedentemente sciolti a bagnomaria (o nel microonde). Aggiungete, quindi le farine setacciate, le noci tritate, la buccia di arancia grattugiata, il latte e il lievito.

Mescolate il composto delicatamente e versatelo in una teglia da 25 cm, precedentemente imburrata e infornate la torta in forno caldo elettrico ventilato a 180° (a gas livello 3)  per 50 minuti.

Lasciate raffreddare la torta e preparate la ganache. Scaldate la panna fino a farla bollire e versatela sulla cioccolata tagliata a pezzettini, amalgamate il tutto in modo da sciogliere la cioccolata e lasciare intiepidire, versate quindi sulla torta e lasciate raffreddare almeno un paio di ore prima di mangiarla.

DSC_8782 DSC_8784