Plum Cake salato con farina di ceci e zucchine

PLUM CAKE SALATO CON FARINA DI CECI E ZUCCHINE

Amo usare e sperimentare diversi tipi di farine, chi mi conosce oramai lo sa. Ho usato la farina di ceci in diversi modi ed oggi vi propongo una ricetta semplice ma di sicuro effetto: il plum cake salato con farina di ceci appunto che arricchito con verdura leggera è un piatto sostanzioso e saporito che stupirà i vostri commensali e sarà gradito da grandi e bambini.

I plum cake sono buoni e  particolarmente adatti come aperitivi, antipasti o come pasto completo accompagnati a salumi o formaggi stagionati e pastosi. Possono essere offerti tagliati a fette o in monoporzioni usando stampi da plum cake piccoli e arricchiti secondo i vostri gusti. Questo con la farina di ceci è già molto saporito per cui non vi consiglio di arricchirlo con spezie o salumi per non appesantirne o alterarne il sapore.

per la video ricetta: —-> canale youtube “la cucina di Marina” 

Dosi: 1 stampo da plum cake
Tempo: 1 h  (20 minuti preparazione, 40’ cottura)
Difficoltà: facile

Ingredienti
3 uova
100 gr farina 00
100 gr farina di ceci
120 ml latte
100 ml olio di semi
300 gr zucchine (circa due zucchine medio grandi)
1 bustina di lievito per dolci (16 gr)
1 cucchiaino raso da te di sale
1 pizzico di bicarbonato

in alternativa potete usare altri tipi di verdure  come carote e patate tagliate a julienne; o aggiungere  formaggio tipo fontina,e aggiungere piante aromatiche non troppo forti come basilico, timo, ecc

Procedimento
1) Porre in una ciotola capiente gli ingredienti liquidi: uova, olio, latte, e amalgamare con una frusta a mano o con un buon frullatore elettrico, solo per miscelare gli ingredienti; non è necessario montare troppo l’impasto.

2) Aggiungere quindi la farina a pioggia, precedentemente setacciata, il sale,  il lievito, il bicarbonato ed infine le verdure continuando ad amalgamare con un cucchiaio.

3) Imburrare uno stampo da plum cake (o due stampi da 9 plum cake piccoli) ed informare in forno caldo per 40 minuti a 180° (forno elettrico ventilato) o a livello 3 (forno a gas, preferibilmente ventilato) .

ConsiglioSe vi piace, cospargete la superficie del plum cake con dei semi di sesamo bianchi e neri

 

 

English version:

Plum cake with chickpeas flour and zucchini

Chickpeas flour is a

Servings: for one  plum cake pan
Prep Time: 20 minutes
Cooking time: 40 minutes

Ingredients

3 eggs
100 gr all-purpose flour
100 gr chikpeas flour
120 ml milk
100 ml oil
300 gr zucchini
2 teaspoon baking powder
1 teaspoon salt
1 teaspoon baking soda

Preparation

  1. First of all wash your zucchiniand cut them julienne.
  2. In a large bowl whisk together eggs, milk and oil. With mixer, beat the eggs and incorporate flours, baking soda, salt then the baking powder. Mix just until combined. Add the zucchini and whisk with a spoon.
  3. Spread batter into pan and smooth top with a knife, cover with sesame seed and bake until cake is golden, about 40 minutes ( at 180° degrees in fan oven).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Fittatine di pasta

Frittatine di pasta con la besciamella – street food napoletano

Una ricetta tradizionale della mia città che da sempre riempi i miei ricordi di bambina e ragazzina; che passeggiando per strada guardavo incantata i banchi delle pizzerie o rosticcerie  ricche di arancini, crocchè, pizze a mille lire da chiudere a “portafoglio” e le fantastiche frittatine di bucatini con la besciamella.

Frittatine che addentavi affamata di fame e di voglia della crema della besciamella, del sapore di una frittata di pasta speciale e affamata anche del profumo delicato ma intenso di una frittura che ti incantava e ogni volta ti bruciavi la lingua perchè non sapevi aspettare che si raffreddasse perchè era troppo buona la provola filante che ti si scioglieva in bocca! ma ancora oggi passeggio per le strade ed i vicoli della mia città e nulla è cambiato, i banchi delle pizzerie e rosticcerie si sono arricchite di tante specialità ma le frittatine sono sempre li, le stesse di sempre con lo stesso profumo e sapore di sempre che ancora sa incantare ed appagare. 

 

Dosicirca 8 frittatine

Tempo: 2 ore e 40 ca (30 minuti preparazione, 2 h in frigo, 10’ cottura)

Difficoltàmedia

Ingredienti
400 gr bucatini
200 gr piselli cotti
200 gr provola
Per la besciamella
50 gr di burro
1/5 lt di latte
70 gr di farina 00
Sale e pepe qb
Per la panatura
150 gr ca. pane grattugiato
50 gr ca. farina 00
Per la pastella 
150 gr di farina 00
250 ml di acqua
un po’ di sale
1 lt di olio di semi per friggere

Procedimento
1) Cuocete i bucatini al dente e lasciateli raffreddare in una ciotola capiente.

2) Intanto preparate la besciamella. In un tegame su fuoco basso, fate sciogliere il burro, unite la farina setacciata e mescolare il tutto in modo tale da formare un composto omogeneo, aggiungete il latte evitando i grumi, e continuando a mescolare aggiungete il sale, continuate a cuocere fino a che la besciamella non si sarà addensata.

3) Tagliate la provola a dadini, aggiungetela ai bucatini, unite la besciamella, i piselli ed amalgamate il tutto con cura.

4) Stendete il composto ottenuto su una teglia oliata, compattatelo bene formando un rettangolo, di un’altezza almeno di 10 centimetri,copritelo con della pellicola e fatelo riposare almeno per 2 ore nel frigo.

5) Intanto preparate la pastella mescolando con una frusta in una ciotola, farina, acqua e sale.

6) Passate le due ore, prendete la teglia dal frigo e con un coppa pasta tondo di ca 7 cm ricavate dei cerchi dalla pasta. Passate ogni frittatina prima nella farina, poi nella pastella poi nel pane grattugiato.

7) Friggete le frittatine in abbondante olio caldo e fatele assorbire su un po’ di carta assorbente.

 

English version:

Neapolitan street food: small pasta frittata
Frittatine di pasta con Besciamella

“Frittatine di pasta” is a typical Neapolitan street food that you definitely cannot miss if you visit the city! It consists in a small pasta frittata with beshamel, peas and scamorza. You can find it all over the city.

Servings: for 8 pasta frittata
Prep Time: 30 minutes
Rest time: 2 hour
Cooking time: 10 minutes

Ingredients
400 gr bucatini pasta
200 gr cooked peas
200 gr scamorza cheese
For the béchamel
50 gr salted butter
500ml full-fat milk
70g all-purpose flour
1 teaspoon of salt (adjust to your taste)
a pinch of pepper
For the Coating
150g breadcrumbs
50g all-purpose flour
For the batter
50g all-purpose flour
250 mr water
a pinch of salt
1l peanut oil For the frying

Method

1) Cook the bucatini in salted water until al dente.  Drain, cook, place in a large bowl and set aside.

2) Prepare the béchamel sauce. In a medium saucepan melt the butter and whisk in the flour to make a smooth and not browned paste.  Slowly add the milk and whisk until mixture is thick.  Stir in salt to taste.  Cover and keep warm.

3) Combine the béchamel with  the bucatini, and incorporate the chopped scamorza, pepper, and peas. Mix it together well and pour it into a shallow baking dish, distribute in a way to create an even level, well compact.  cover with foil and place in the refrigerator at least two hours.

5) After the pasta has rested in the fridge. Use a 3 inch round cookie cutter and cut out disks.  Coat each disk in the flour/water paste mixture and then in bread crumbs.

7) Fry the frittatine in the hot oil until golden brown. Remove from the oil and drain on paper towels.

Serve warm or at room temperature

Tortino di verdure estive con burrata

Con i toni forti degli ortaggi estivi del nostro Mediterraneo e il fresco sapore della burrata pugliese (<<<clicca per maggiori informazioni sulla burrata) ho pensato di preparare questo tortino dal gusto equilibrato ma anche con piacevoli contrasti che stupiscono il palato.
Scoprendo i pomodori confit, le melanzane arrostite, le cipolle in agrodolce, la freschezza della burrata, il profumo del basilico, in un unico boccone…

tortino2

Dosi: 6 persone
Tempo: 1 ora
difficoltà: media

tortino1

Ingredienti
2 melanzane
½ kg pomodori San Marzano
2 cipolle di Tropea medie
300 gr burrata
1 fascetto basilico
3 cucchiai di zucchero di canna
1 cucchiaio di aceto balsamico
Sale
Olio extravergine di oliva qb
Coppa pasta tondo del diametro desiderato

Procedimento

1) Preparate i pomodori confit. Lavate i pomodori e tagliateli a fette non troppo sottili, adagiateli su di una teglia da forno ricoperta da carta forno. Condirli con un pizzico di sale, un filo di olio, del basilico tritato ed un cucchiaio e mezzo di zucchero di canna in modo uniforme. Farli cuocere per in forno caldo a temperatura non troppo calda (forno elettrico ca 160°, forno a gas livello 2) per ca. 40 ‘. Fino a che non siano cotti e caramellati.

2) Preparate, quindi le melanzane. Lavatele, spuntare le due estremità da ogni melanzana, su di un tagliere con un coltello a lama liscia, tagliare le melanzane a fette con uno spessore non troppo sottile, circa 3 mm. Arrostirle quindi in una padella antiaderente o su di una griglia, salandole appena messe sul fuoco. Per la cottura basteranno un paio di minuti, girandole quasi subito. Una volta cotte metterle da parte per poi utilizzarle per momtare i tortini.

3) Tagliate le cipolle di Tropea, ancora con un coltello a lama liscia sul tagliere, a julienne e farle cuocere in padella coperta, con dell’olio di oliva extravergine fino a renderle tenere, aggiungere quindi un cucchiaio di aceto balsamico ed un cucchiaio e mezzo di zucchero di canna e continuare a cuocere fino a far sfumare l’aceto, ottenendo quindi una crema di cipolle che metterete da parte per la preparazione.

4) Montate i tortini: ponete il coppa pasta direttamente sul piatto da portata e iniziate a montare il tortino con:

  1. uno strato di melanzane,
  2. versate un paio di cucchiaini di cipolla agrodolce,
  3. qualche fetta di pomodori confit,
  4. del basilico tritato,
  5. uno strato di burrata,
  6. un altro strato di melanzane e di burrata
  7. terminare con un mezzo cucchiaino di cipolle un paio di fette di pomodori confit e un paio di fette di basilico come decorazione

Eliminate il coppa pasta,  versate un filo d’olio extravergine d’oliva sul tortino servite .

fase 1

fase 2

Girasole di ricotta e spinaci

Navigando in cerca di ricette ho visto la foto di una quiche (almeno così mi è sembrato) a forma di fiore e poiché adoro le margherite ho pensato di prepararla anche io. Semplice, saporito e di bell’effetto il fiore ricotta e spinaci ha incantato anche i bambini, nonostante le verdure!

quiche ricotta e spinaci

Dosi: 6 persone
Tempo 60′
Difficoltà facile

Ingredienti 
Per la pasta brisè
200 gr di farina
100 gr di burro
70 ml acqua fredda
(se non avete tempo di farla, potete comprarne 2 rotoli già pronti nel banco frigo di qualsiasi supermercato)
Per il ripieno
250 gr di ricotta
1 kg di spinaci freschi
un uovo
olio extravergine di oliva
sale

quiche ricotta e spinaci "girasole"
quiche ricotta e spinaci “girasole”

quiche ricotta e spinaci

Procedimento

1) Preparate la pasta brisè: usate un frullatore per fare prima (con le lame) o un’impastatrice con il gancio a foglia. Unite la farina e il burro a pezzi freddo di frigo, un pizzico di sale e frullare fino ad ottenere una “sabbia” a cui aggiungerete poi l’acqua freddissima. Impastate (a mano se avete usato il frullatore) fino ad ottenere un impasto compatto, sodo ed abbastanza elastico. Avvolgete quindi la vostra pasta brisè nella pellicola da cucina e lasciatela riposare in frigo per almeno 30′.

2) Preparate intanto gli spinaci. Puliteli e sciacquateli molto bene, Quindi cuoceteli in una pentola capiente senza acqua ma solo con un po di sale. Si cuoceranno in pochi minuti con il vapore e il loro stesso liquido.  Colateli bene e lasciateli raffreddare.

3) Preparate il ripieno della quiche unendo la ricotta, gli spinaci freddi e l’uovo in modo da avere un composto più o meno omogeneo.

4) Stendete la pasta brisè su di un piano possibilmente freddo, in modo da ottenere due dischi (in base alla grandezza del fiore che volete ottenere) dello spessore di circa 0,5 cm. Ponete il primo disco nella teglia da forno ricoperta da carta forno o imburrata, versateci l’impasto di ricotta e spinaci, creando un anello sul bordo e ponendo al centro abbastanza impasto da creare un “bottone” del diametro di una tazza da latte (1).

5) Ricoprire con il secondo disco di pasta brisè e con la tazza da latte date forma al bottone centrale del girasole (2), tagliate poi i petali (3) e quindi girateli uno ad uno in modo da mettere in superficie l’impasto allargando anche ogni fettina in modo da dare la forma di petalo (4).

6) Spennellate con l’uovo sbattuto diluito con un po’ di latte, mettere sul bottone dei fiocchi di avena o dei semi di sesamo, e  infornare in forno caldo ventilato a 180° (elettrico) o a livello 3  (a gas) per circa 20 minuti. Servire calda o fredda.

 

Falafel e hummus

La cucina araba a me piace molto, mi piacciono le spezie che vengono utilizzate ma anche le associazioni che i mediorientali fanno, ben diverse dalle nostre. Nella loro cucina si usano molto verdure e legumi e ho voluto proporvi una ricetta molto saporita come antipasto, aperitivo o secondo: falafel (polpette di legumi: ceci o piselli secchi) e hummus (crema di ceci con pasta di sesamo).

falafel e hummus

Tempo: 50′ più un’ora di risposo in frigorifero
Dosi: 6 persone
Difficoltà: facile

Ingredienti
falafel
300 gr di ceci crudi
1/5 cipolla piccola
1 cucchiaino raso di sale
1/cucchiaino di cumino in polvere
1/5 cucchiaino di coriandolo in polvere
1 cucchiaio di farina
1 fascetto di prezzemolo

Hummus
500 gr di ceci cotti
1 spicchio di aglio
1/5 limone
1 cucchiaio di tahina (pasta di sesamo)
sale
2 cucchiai di olio extravergine di oliva

Procedimento

1) per le Falafel: il giorno prima di voler preparare le polpette mettete i ceci a bagno con acqua e un cucchiaino di bicarbonato. Trascorse 24 ore frullate i ceci con l’aglio, le spezie e il sale, il prezzemolo bel lavato, e il cucchiaio di farina. Usate la lama di ferro del frullatore, in modo da ottenere quasi una crema. Fate riposare l’impasto in frigorifero almeno mezz’ora. (se dovesse risultare troppo denso aggiungete un po’ di limone).

Preparate quindi delle polpette piccole (decidete in base ai vostri gusti ma comunque non fatele troppo grandi perchè potreste avere difficoltà nel friggerle) e mettetele a riposare su di un piatto da portata per un paio di ore in frigorifero.

Friggetele infine in abbondante olio e lasciatele asciugare su della carta assorbente servendole ancora calde.

2) per l’Hummus: frullate i ceci con tutti gli altri ingredienti (il succo del limone, sale, tahina, aglio e un cucchiaio di olio extravergine di oliva) con il frullatore ad emulsione per ottenere una bella crema liscia e non troppo liquida. Versate l’hummus in una ciotola e versatevi sopra il resto dell’olio, delle foglie di prezzemolo e un pizzico di paprika dolce.

Consiglio: per le falafel, potete sostituire i ceci con i piselli secchi seguendo lo stesso procedimento e ovviamente potete evitare le spezie se non le gradite. Per l’hummus se non avete tahina in casa o non vi è facile procurarvela potete sostituirla con dello yogurt bianco.

falafel e hummus
Falafel
Hummus
Hummus

Grissini fritti (striscioline di pizza fritta)

Finalmente torno a pubblicare qualcosa…non avevo il pc ne tanta voglia a dire il vero e così ritorno con una ricettina facile facile e con ingredienti estivi. Si tratta di impasto per la pizza tagliato a striscioline, fritto e condito. Quando il sabato sera preparo la pizza “serata pizza” tradizione irrinunciabile per mio figlio e l’amichetto, conservo un po’ di impasto in frigo, e il giporno dopo lo uso come antipasto.

Il nome reinventatelo se ne trovate uno più adatto (e magari me lo consigliate) io volevo chiamarli “strisce di pizza frita e condite” ma mi hanno boicottato e così ho cambiato…

striscioline di pizza fritte
striscioline di pizza fritte

logo cuoco

Tempo: 4 ore (compresi i tempi di lievitazione e cottura)

Difficoltà: facile

Dosi: 6 persone

Ingredienti

Impasto pizza ( se dovete prepararlo appositamente e non usare gli avanzi!)
250 ml acqua naturale
13 gr lievito di birra (1/2 dado) in questo periodo anche un quarto di dado è sufficiente
1 cucchiaini da caffè di sale
1 cucchiaino da caffè di zucchero
500 gr farina 00

Condimento
1/2 kg pomodorini ciliegini o pomodori freschi da insalata
5 foglie di basilico
1 fascetto di rucola
olio extravergine di oliva
sale
1 spicchio di aglio

Procedimento
1) Per il procedimento dell’impasto andate alla mia ricetta qui.  quando l’impasto è lievitato, stendetelo sulla spianatoia aiutandovi con il mattarello ottenendo una sfoglia di circa 1 cm,  tagliate delle strisce di circa un dito di larghezza e tagliate ogni striscia in pezzettini di circa 7/8 cm. asciatele lievitare sulla spianatoia ancora mezz’ora.

pomodorini
pomodorini
impasto per pizza
impasto per pizza

2) Mentre l’impasto lievita, condite i pomodori in modo che siano bel saporito al momento di gustare il tutto. Lavateli, tagliateli a metà, condite con sale, olio extravergine di oliva, e uno spicchio di aglio a metà (che poi potrete eliminare), aggiungete anche la rucola lavata e privata delle parti più dure, e il basilico. Lasciate insaporire.

3) Friggete le striscioline di pizza in abbondante olio (di semi o di oliva come preferite) ben caldo. Si gonfieranno quasi subito e dopo che saranno dorate ponetele ad asciugare su carta assorbente.

4) Una volta che avrete fritto tutte le striscioline, ponetele in un piatto da portata e condite con i pomodorini e la rucola.

Buon appetito.

DSCF0399

 

Arancini di riso

Oggi ho pensato di scrivere una ricetta tradizionale della cucina italiana e … di casa mia: gli arancini di riso. In genere io li preparo con il riso avanzato, e quindi con ogni tipo di condimento, uso il risotto ai funghi, quello al radicchio o del semplice riso scondito.

Sono una buona alternativa ad un classico primo e sono divertenti anche per i bambini. I classici sono ovviamente fritti ma per eventuali diete si possono anche cuocere in forno, (ventilato e con il grill) conservando un buon sapore e una discreta croccantezza.

Arancini di riso
Arancini di riso

Tempo: 50′ più un’ora di risposo in frigorifero

Dosi: 6 persone

Difficoltà: facile

Ingredienti
300 gr di riso (quello che preferite o la rimanenza di un risotto)
1 uovo
sale
pepe
parmigiano
150 gr provola affumicata
pan grattato

Procedimento

Cuocete il riso in modo da non lasciarlo troppo al dente. Io uso il sistema di lasciar cuocere il riso senza girarlo fino ad assorbimento dell’acqua (stessa dose di riso ed acqua: un bicchiere di riso e un bicchiere e mezzo di acqua…) con un po’ di sale. Una volta cotto lasciatelo raffreddare.

In una ciotola aggiungete al riso il tuorlo sbattuto, il parmigiano e il pepe (e se preferite qualche spezia o erba aromatica come l’erba cipollina o il prezzemolo). Amalgamate bene e con le mani bagnate formate delle palline grandi come una pallina da ping pong, prima di chiudere la pallina inseritevi la provola che avrete precedentemente tagliato a cubetti. passate gli arancini prima nell’albume un po’ montato e poi nel pangrattato. Lasciate riposare gli arancini in frigo per un’ora almeno in modo da friggerli più facilmente senza il rischio che si aprano durante la cottura.

Serviteli e mangiateli ben caldi!

Consiglio: come dicevo in apertura, è possibile cuocerli in forno caldo a 250 ° ventilato (forno a gas livello 5) per una decina di minuti. Il riso può anche essere condito con della salsa di pomodoro e all’interno potete inserire anche della carne macinata e dei piselli cotti in modo da ottenere i famosi “supplì”.

E’ anche possibile mischiare al pangrattato un po’ di farina di mais per polenta per ottenere una panatura più croccante e dorata.

Arancini di riso
Arancini di riso

Polpettine di cous cous al limone

Il cous cous mi piace molto, lo preparo spesso sia in inverno con verdure o carne che in estate ad insalata fresco e leggero. Ogni volta scopro nuovi utilizzi che mi stimolano e mi divertono. Tempo fa provai a fare delle polpettine che sono risultate davvero saporite per l’aggiunta del limone  e gradevoli come aperitivo (o come cena con un bel contorno di verdure magari).

Polpettine di cous cous
Polpettine di cous cous

Dosi: 4 persone

Tempo: 60′ (più 2 ore di riposo in frigo se avete tempo)

Difficoltà: semplice

Ingredienti
150 gr cous cous (precotto)
1 limone
1 uovo
brodo vegetale
sale, pepe
pan grattato
olio di semi per friggere

Procedimento

Preparate il cous cous secondo le indicazioni date sulla confezione, usando del brodo vegetale invece di acqua semplice e aggiungendo il succo del limone spremuto. Lasciatelo raffreddare e aggiungere la buccia del limone grattugiato, l’uovo sbattuto, sale e pepe.

Formate delle polpette con il cous cous condito, passatele nel pangrattato  e lasciatele riposare in frigo un paio di ore, in questo modo sarà più semplice friggerle senza il rischio che si aprano. Friggere le polpette finché non siano dorate e servirle calde.

Consiglio: potete mettere al centro delle polpettine un cubetto di provola

Spiedini di frittata e pomodorini

La frittata mi piace e molto in ogni variante, alta, bassa, farcita, alle verdure, al forno, in padella…insomma qui ve ne propongo una variante…”sfiziosella”: gli spiedini con verdure.

spiedini frittata

Dosi: per 6 persone

Tempo di preparazione: 60′ (compreso il tempo di cottura della frittata)

Difficoltà: facile

Ingredienti 
6 uova
100 ml di latte
1 cucchiaio di farina
6 pizzichi di sale
1 cucchiaino di erba cipollina
1 cucchiaino di lievito per dolci
un po’ di rughetta
12 pomodorini ciliegina
sottilette o provola tagliata a fette molto sottili
olio extravergine di oliva

Procedimento

Iniziate preparando la frittata, con una frusta sbattete le uova con il sale, aggiungete la farina setacciata a pioggia e il latte, in ultimo l’erba cipollina e il lievito. Versate la frittata in una teglia del forno foderata con carta forno e unta con un po’ di olio di oliva, (ovviamente potete anche friggerla in padella) e infornare in forno caldo a 180° (elettrico) o a livello 4 (a gas) ventilato per circa 10 minuti. Una volta pronta porre sopra le sottilette o le fettine di provola in modo che si sciolgano un po’. Appena intiepidita versateci sopra le foglie di rughetta pulite.

Tagliate la frittata a metà e arrotolatela aiutandovi con la carta forno. Formate due rotoli molto stretti e chiudeteli con della pellicola in modo che rimangano ben chiusi e fatela raffreddare per circa 30′.

Lavate intanto i pomodorini tagliateli a metà e lasciateli insaporire con un po’ di sale.

Eliminate la pellicola dai due rotoli, tagliateli a fette di circa un dito di spessore e preparate gli spiedini alternando un rotolino di frittata e un pomodorino a metà (come da foto). Serviteli su di un letto di insalatina.

Consiglio: potete passare un paio di minuti gli spiedini pronti in forno caldo e potete cambiare ripieno in base ai vostri gusti o a quello che avete in casa!

Piadine “napoletane”

Pizze e lievitati mi stregano, ai dolci resito, li preparo con cura ed amore ma evito di mangiarne troppi, con la pizza non resisto. Le piadine “napoletane” sono una variante delle pizzette che abbiamo inventato per degli aperitivi e credo siano davvero saporite e appetitose e quindi da riprovare. Buon appetito

logo cuoco

Tempo: 4 ore (compresi i tempi di lievitazione e cottura)

Difficoltà: media

Dosi: 8 persone

Ingredienti

Impasto pizza (insaporito)
250 ml acqua naturale
13 gr lievito di birra (1/2 dado)
3 cucchiaini da caffè di sale
1 cucchiaino da caffè di zucchero
1 cucchiaino di strutto
500 gr farina 00

Ripieno 
2 salsicce di maiale
4 fasci di friarielli (broccoletti)
1 spicchio di aglio
1 peperoncino

Procedimento
Per il procedimento dell’impasto andate alla mia ricetta dei grissini che è qui.  quando l’impasto è lievitato, dividetelo in panetti da 30 gr., formate delle palline e lasciatele lievitare in una teglia unta di olio, in un luogo caldo (anche nel forno spento), per un’ora.

Mentre l’impasto lievita, preparate il ripieno. Cuocete le salsicce senza condimento in una padella ampia girandole spesso per non farle bruciare ma senza farle cuocere troppo, lasciatele raffreddare e tagliatele a fettine. Pulite, quindi, la verdura; nella padella dove avete cotto le salsicce, aggiungete un po’ di olio di oliva, l’aglio e il peperoncino fate soffriggere l’aglio, elimitatelo e aggiungete la verdura con un pizzico di sale. Lasciatela cuocere e poi aggiungete le salsicce tagliate a fettina in modo da insaporirle.

Prendete le “palline” di pizza e schiacciatele per ottenere dei dischi non troppo sottili (potete farlo con le mani o aiutandovi con il mattarello) quindi cuoceteli in una padella antiaderente precedentemente riscaldata, a fuoco vivo, girandole una sola volta (in modo da favorirne la lievitazione), appena tiepide farcitele con la verdura e chiudetele con uno stuzzicadenti.

Consiglio:  Io le ho preparate con salsicce e friarielli (broccoletti napoletani soffritti in padella) che sono un tipico piatto della mia terra. Ovviamente voi potete farcirle come volete e anche aumentarne le dimensioni per una cena saporita.

piadine napoletane
piadine napoletane