Sospiri al limone

Finalmente torno a pubblicare una ricetta dopo troppo tempo. Ho pensato di ricominciare con questi “sospiri” (ricetta di Luca Montersino) perché sono leggeri e freschi, adatti a questo clima ancora molto caldo. 

Sono semplici da preparare e saporiti, belli da presentare e incontrano il gusto di adulti e bambini, perfetti da accompagnare ad un bicchiere di te freddo (o una tazza di te caldo quando il clima lo richiede).

Buon divertimento.

sospiri al limone

Ingredienti 
pan di spagna
200 gr di farina 00
6 uova
200 gr di zucchero
Crema pasticciera:
3 tuorli
200 gr di panna
300 cl di latte intero
3 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di farina
1 cucchiaio di amido di mais
1 limone (il succo e la buccia grattugiata)
bagna:
1/5 lt acqua
400 gr zucchero
1 bicchierino di rum
la buccia di un limone
100 gr cioccolato fondente
500 gr glassa di zuccherosospiri al limone

Procedimento

1) Preparate il pan di spagna.  Montate gli albumi e quindi aggiungete metà dello zucchero. Continuate a montare fino a che lo zucchero non si sarà completamento sciolto e gli albumi risulteranno compatti e lisci. Montate anche i tuorli con il resto dello zucchero, aggiungete la farina setacciatalo e mescolate con un cucchiaio, unite quindi gli albumi continuando a montare lentamente dall’alto al basso in modo da incorporare aria e non smontare l’impasto. Versare il composto in stampi a forma di cupola piccola (ne risulteranno circa 12) e infornate in forno caldo ventilato a 180° (livello 3 per i forni a gas) per 15′ ca. Lasciate raffreddare. Svuotatene un po’ il centro e lrema.asciate da parte un po di pan di spagna per poi richiuderli una volta farciti con la c

2) Preparate la crema pasticciera. In una pentola a fondo alto, montate i tuorli con lo zucchero, quindi aggiungete farina e amido setacciati, amalgamate ancora e quindi aggiungete il latte e la panna caldi, la buccia grattugiata del limone e il succo filtrato. Ponete la pentola sul fuoco basso e cuocete la crema girando dall’interno verso l’esterno senza mai cambiare il verso e fate cuocere fino ad un inizio di bollore, quindi spegnete coprite con la pellicola la superfice della crema in modo che non si formi la “crosta” di crema dura durante il raffreddamento.

3) Preparate la bagna,  fate bollire una decina di minuti l’acqua con lo zucchero e le bucce di limone. appena fredda aggiungete il rum (per evitare di far evaporare l’alcool).

4) Immergere i piccoli pan di spagna nella bagna, adagiarli su di una gratella. Farcirli con la crema al limone (messa in una sac a poche), e richiuderli con il pan di spagna avanzato quando avete svuotato i sospiri. Immergere quindi la parte superiore (la cupola) nella glassa sciolta a bagnomaria e far raffreddare. Sciogliere nel microonde il cioccolato fondente in una sac a poche monouso e decorare i sospiri con delle linee sottili.

Buon appetitosospiri

Annunci

Ciambelle (doughnut)

I doughnut o ciambelle glassate sono tipici dolci di origine americana. Queste ciambelle sono in genere fritte ma è anche possibile cuocerle al forno e vengono in genere coperte con glasse colorate o cioccolata e ancora sono talvolta farcite con marmellata, cioccolata o miele. Federico me le ha chieste spesso e mi è capitato di prepararle con la ricetta delle graffe, oggi ho invece voluto provare la ricetta originale e onestamente sono molto soddisfatta, morbide, leggere, non troppo dolci, semplicissime da preparare e tanto allegre e colorate perfette per la merenda dei bambini o una festa.

doughnut

Ingredienti 

Ciambelle
75 gr burro
300 gr farina OO
300 gr farina forte (manitoba)
70 gr di zucchero
250 ml latte
2 uova
12 gr lievito di birra
5 gr di sale
qualche goccia di estratto di vaniglia
olio di semi per friggere

Glassa
20 gr burro
150 gr zucchero a velo
100 gr cioccolato fondente
acqua qb
coloranti alimentari (poche gocce)
codine di zucchero colorate

Procedimento
1) In una ciotola, sciogliete il lievito di birra con un cucchiaio di latte tiepido preso dal totale e un cucchiaio di zucchero.

2) Nella ciotola della planetaria mettete le farine (lasciatene ca 50 gr da parte per poi lavorare l’impasto successivamente) e il lievito sciolto, aggiungete le uova, il sale, la vaniglia e iniziate ad amalgamare con il gancio a foglia. Aggiungete il latte tiepido e lasciate lavorare l’impasto a velocità media per ca 10 minuti, finchè l’impasto non si stacca dalle pareti e avrà un aspetto liscio ed omogeneo.

3) Coprire la ciotola con la pellicola e lasciar lievitare nel forno col la lucina accesa fino al raddoppiamento del volume (ca 2/3 ore in base alla temperatura esterna).

4) Quando l ‘impasto avrà raddoppiato il suo volume, rovesciatelo su una spianatoia infarinata e stendetelo con il mattarello per ottenere uno spessore di ca 1 cm.

5) Tagliate le ciambelle con un tagliapasta tondo del diametro che preferite (io ne ho usato uno grande di 8 cm e uno più piccolo per fare il buco centrale di 3 cm) per ottenere le ciambelle e usate il centro per fare dei piccoli bomboloni fritti. Appoggiate le ciambelle su una teglia da forno infarinata e lasciar lievitare per un’altra ora sempre nel forno con la lucina accesa.

6) Preparate intanto le glasse. Sciogliete il burro e e aggiungetelo allo zucchero a velo, aggiungete anche un po’ di acqua per rendere fluida (ma non troppo) la glassa e coloratela con i coloranti. Potete aggiungere un paio di cucchiai di questa glassa alla cioccolata fondente sciolta a bagnomaria o nel microonde.

7) Trascorso il tempo necessario, friggete le ciambelle in abbondante olio di semi molto caldo in una padella alta o in una pentola. Le ciambelle devono galleggiare nell’olio e devono essere girate un paio di volte. appena pronte mettetele ad asciugare su carta assorbente. Potete friggere anche il centro delle ciambelle e servirle solo con dello zucchero a velo.

8) Immergete le ciambelle ancora tiepide nelle glasse preparate e lasciatele asciugare per qualche minuto prima di mangiarle

Focaccine al limone

Queste focaccine sono molto soffici per la presenza della ricotta e saporite e profumate per il limone sono una delizia soprattutto con il te che è un dolce compagno in questi freddi pomeriggi invernali.

focaccine al limoneScusate la foto ma l’ho fatta solo al volo…

Ingredienti 
200 gr di farina 00
150 gr ricotta
100 gr di burro
150 gr di zucchero
1 uovo
1 e 1/2 cucchiaini di lievito per dolci
2 limoni freschissimi

Per la glassa
100 gr zucchero a velo
1 limone

Procedimento
In una terrina (o nel frullatore) mpontare l’uovo con lo zucchero, fino a renderlo chiaro e spumoso, aggiungere, quindi sempre mescolando, la ricotta, il burro freddo fuso e tiepido, il succo dei mandarini, e infine farina e lievito setacciati.

Con l’impasto riempire circa 10 pirottini da muffin e infornare in forno caldo ventilato a 180° (elettrico) o a livello 3 (a gas) per circa 15 minuti. Una volta pronti lasciarli raffreddare.

Preparare la glassa sciogliendo lo zucchero a velo con il succo del limone e versarlo sulle tortine.

Preparare infine, le scorzette candite di limone. Far bollire 100 gr di zucchero con 100 ml di acqua per 5 minuti, aggiungere quindi le bucce del limone tagliate a joulienne e lasciar caramellare a fuoco lento per altri 10 min ca. fino a quando saranno candite. Usarle per decorare le tortine.

con questa ricetta partecipo ai Contest “Limoni-AMO” di Crema e Panna;  Un dolce al mese- Marzo 2013 – La ricotta e al Contest “{ Keep Calm And Drink Tea } di Valy Cake and”

banner contest limone

 

Tortine al mandarino

Gli agrumi sono i padroni dell’inverno ed io lavorando in una zona che ne è particolarmente ricca li amo e li uso per tutti i tipi di preparazioni, dai dolci ai piatti di carne, ai primi, alle tisane.  i mandarini sono molto profumati e con un colore talmente invitante da non poter fare a meno di volerli mangiare e usare per i miei pasticci.

Nel giardino del mio ufficio c’è un agrumeto ricco di frutta e così ho raccolto arance e mandarini e mi sono divertita un po’.

le tortine sono molto soffici per la presenza della ricotta e profumate per il mandarino ma anche molto delicate perché ovviamente il sapore del succo di mandarino è più delicato degli altri agrumi, ma credetemi sono una delizia soprattutto per accompagnare il te che è un dolce compagno in questi freddi pomeriggi invernali.

Tortine al mandarino
Tortine al mandarino

Ingredienti 
200 gr di farina 00
150 gr ricotta
100 gr di burro
150 gr di zucchero
1 uovo
1 e 1/2 cucchiaini di lievito per dolci
5 mandarini freschissimi

Per la glassa
100 gr zucchero a velo
1 arancia

Procedimento
In una terrina (o nel frullatore) mpontare l’uovo con lo zucchero, fino a renderlo chiaro e spumoso, aggiungere, quindi sempre mescolando, la ricotta, il burro freddo fuso e tiepido, il succo dei mandarini, e infine farina e lievito setacciati.

Con l’impasto riempire circa 10 pirottini da muffin e infornare in forno caldo ventilato a 180° (elettrico) o a livello 3 (a gas) per circa 15 minuti. Una volta pronti lasciarli raffreddare.

Preparare la glassa sciogliendo lo zucchero a velo con il succo d’arancia e versarlo sulle tortine.

Preparare infine, le scorzette candite di mandarino. Far bollire 100 gr di zucchero con 100 ml di acqua per 5 minuti, aggiungere quindi le bucce dei mandarini tagliati a joulienne e lasciar caramellare a fuoco lento per altri 10 min ca. fino a quando saranno candite. Usarle per decorare le tortine.

Consiglio: potete aggiungere del limone all’impasto e alle scorzette candite o in alternativa della cannella.

 



Cassata siciliana

La cassata siciliana (dall’arabo qas’at, “bacinella” o dal latino caseum, “formaggio”) è una torta tradizionale siciliana a base di ricotta zuccherata, pan di Spagna, pasta di mandorle e frutta candita. È una produzione tipica siciliana, come tale è stata ufficialmente riconosciuta e inserita nella lista dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T) del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (Mipaaf).

E’ oramai diffusa in tutta Italia con innumerevoli varianti, in base alle influenze della tradizione regionale o del gusto di chi la prepara. Io la preparo secondo  una ricetta molto vicina a quella siciliana e che piace molto ad amici e familiari e soprattutto soddisfa me che sono un po’ pignola con i dolci della tradizione popolare

cassata
Cassata

Ingredienti 
Per il pan di spagna:
150 gr farina 00
5 uova intere
150 gr di zucchero

Per il ripieno:
500 gr ricotta
250 gr zucchero
100 gr gocce di cioccolata

50 gr di zucchero e 1 bicchierino di maraschino per la bagna

Per la decorazione:
Glassa di zucchero
frutta candita
pasta di mandorle
colorante alimentare verde

Procedimento
Per prima cosa preparate il pan di spagna. Io uso la mia solita ricetta, semplice e di sicura riuscita.
Montare in un frullatore, gli albumi a neve soda con metà dello zucchero, quindi montare i tuorli con il restante zucchero e aggiungere la farina setacciata. In un recipiente capiente porre i tuorli con la farina e unire gli albumi, montando lentamente con un cucchiaio di legno dall’alto al basso in modo da incorporare aria e non far smontare gli albumi. Appena  ottenuto un composto liscio e omogeneo versare in una teglia rettangolare o quadrata da 24 cm precedentemente imburrata e informare in forno preriscaldato, a 180° ventilato elettrico o a gas livello 2,5. Laciar cuocere circa 30 minuti e quindi far riposare in forno aperto caldo per altri 15 minuti.  Far raffreddare il pan di spagna e tagliarlo a fettine spesse un paio di cm.

Mantecare la ricotta con lo zucchero anche nella planetaria con il gancio a foglia, a velocità bassa, aggiungendo alla fine le gocce di cioccolata, quando la ricotta è diventata una crema.

Preparare la bagna, facendo bollire dieci minuti 250 ml di acqua e lo zucchero, lasciar raffreddare e quindi aggiungere il liquore.

In un contenitore per cassata da 24 cm preparare la base della torta, disporre le fettine foderando il contenitore in modo da creare un involucro sulla base e lateralmente, bagnare il pan di spagna con la bagna fredda e riempirlo con la ricotta, coprire, quindi, con altro pan di spagna, bagnare e coprire con della pellicola per alimenti. coprire la torta con una teglia del diametro adatto e riempirla con dei pesi /bottiglie di latte o quel che preferite) in modo da “pressare” la cassata, e far riposare in frigo per almeno 12 ore (io lo preparo la sera in modo da decorarla la mattina successiva).

Trascorso il tempo di riposo, decorare la cassata.
Porla su di un piatto da portata, sciogliere la glassa a bagnomaria e coprire la torta completamente eliminando poi, la glassa in eccesso. Decorare con frutta candita a piacere e ricoprire il bordo con una striscia di pasta di mandorle, colorata di verde, aiutandovi con dello zucchero a velo per stenderla.

cassata 2
Cassatacassata 2013