Tagliatelle di farina di ceci, con carciofi e patate

Come sapete mi piace spesso sperimentare l’uso di prodotti tradizionali ed antichi, legati alle stagioni o al territorio o che abbiano comunque proprietà e sapori che “chiedono” di essere usati e che davvero mi danno una grande soddisfazione.
Ho usato di nuovo la farina di ceci, che ci piace molto, la avevo utilizzato nel pane o nei plum cake salati, questa volta ho preparato delle tagliatelle con un condimento che non ne ha coperto troppo il gusto che è risultato davvero saporito.

tagliatelle-di-ceci-con-carciofi-e-patate

Dosiper 4 persone
Tempo di preparazione: 60′ (compreso il tempo di cottura della pasta)
Difficoltàmedia

Ingredienti 
Per la pasta
2 uova
350 gr di farina 00
250 farina di ceci
acqua qb

Per il condimento
olio extravergine di oliva
2 carciofi
1/5 kg patate
1 spicchio di aglio
sale qb
1 rametto di rosmarino

Procedimento
1) Su di una spianatoia di legno ponete le due farine a “fontana”,  mettetevi al centro le uova precedentemente amalgamate con un filo di olio extravergine di oliva. (se volete potete usare l’impastatrice, utilizzando il gancio a frusta).

Impastate la farina e le uova per qualche minuto aggiungendo tanta acqua per ottenere un composto liscio e che non si attacca alle mani. Impastate, fino ad ottenere un composto elastico  e abbastanza morbido, aggiungete eventualmente ancora un cucchiaio o due di acqua, quindi lasciate riposare l’impasto una decina di minuti coperto con un canovaccio umido.

2) Per stendere la pasta io uso la macchina ad un spessore medio (sulla macchina lo spessore che io uso è il 4), non troppo sottile, con la farina di ceci, e l’aggiunta dell’acqua l’impasto risulta comunque un po’ “appiccicoso”. 

3) Sistemate le tagliatelle su un piano asciutto e infarinato o appendetele ad asciugare prima della cottura.

4) Preparate intanto il sugo che preferite, per quello che vi ho proposto, ho pulito i carciofi eliminando le foglie esterne, tagliato la parte superiore ed eliminato la “barba” interna, pulito il gambo e poi ho tagliati a fettine non troppo sottili sia i carciofi che il gambo stesso.

In una padella ampia versate 100 ml di olio di oliva, fate soffriggere uno spicchio di aglio privato dell’anima, e aggiungete i carciofi, fateli soffriggere qualche minuto e poi levateli dal fuoco. Nello stesso olio fate cuocere le patate pulite e tagliate a dadini. Sarà necessario aggiungere un paio di cucchiai di acqua e coprirle, una volta cotte aggiungete i carciofi, gli aghi del rosmarino ed il sale.

5) Cuocete le tagliatelle qualche minuto, appena al dente colatele e saltatele in padella un minuto perché leghino bene con il condimento prendendone sapore e profumi.

Annunci

Tagliatelle con pesto di zucchini

Ho scoperto questa ricetta leggendo un blog che mi piace molto “Nonsolopiccante” di Ilaria Renzi e devo dire che è un condimento molto delicato saporito e veloce da preparare, e credo che lo rifarò spesso. Avevo già provato il pesto di rucola, broccoli, melanzane, ecc. in alternativa al meraviglioso e sempre eccezionale pesto tradizionale al basilico, ora aggiungo questa ricetta ai miei “pesti” preferiti.

Per velocità l’ho preparato con delle tagliatelle e l’ho preparato mentre mettevo la pentola sul fuoco e si cuoceva la pasta.

Pesto di zucchini
Pesto di zucchini

Dosi: 4 persone

Tempo: 30 minuti

Difficoltà: facile

Ingredienti
400 gr di tagliatelle
4 zucchini
6 cucchiai d’olio extravergine di oliva
100 gr di noci e pinoli
1 fascetto di basilico (circa 15 foglie grandi)
2 cucchiai di parmigiano
una decina di pomodorini ciliegini
sale

Pesto di zucchini: ingredienti
Pesto di zucchini: ingredienti
Istruzioni
1) Preparate il pesto. Lavate gli zucchini e grattugiateli a joulienne.
 Mettere nel mixer metà zucchini, con circa 80 gr di noci e pinoli, il basilico, un pizzico di sale e l’olio d’oliva. Lavorate  fino a ottenere una crema. Aggiungete quindi il parmigiano grattugiato e frullare ancora qualche attimo.
Pesto di zucchini
Pesto di zucchini
2) preparare la pasta: Cuocere la pasta al dente e saltare in padella con il pesto, metà degli zucchini e le noci con i pinoli rimanenti. Servire guarnendo con i pomodorini precedentemente tagliati a cubetti e conditi con sale e olio, e un po’ di zucchini tagliati a joulienne.
Pesto di zucchini
Pesto di zucchini

Tagliatelle all’uovo con pomodorini e rucola

Ieri, domenica, una giornata in casa con la voglia di cucinare (al solito lo so!) qualcosa che mi impegnasse ma che mi permettesse anche di insegnare qualcosa di tradizionale a Federico e così mi viene in mente la pasta fatta in casa, quella all’uovo da impastare, stendere, tagliare…

Abbiamo deciso per le tagliatelle perchè Federico dopo aver seguito il procedimento aveva fame non aveva più voglia di aspettare che facessi i cavatelli (idea iniziale) che mi avrebbero richiesto più tempo, e così sono nate le tagliatelle con pomodorini e rucola (condimento perfetto per i cavatelli ovviamente smile

tagliatelle

Dosiper 4 persone

Tempo di preparazione: 60′ (compreso il tempo di cottura della pasta)

Difficoltàmedia

Ingredienti 
Per la pasta
4 uova
400 gr di farina 00 (o se ne avete potete usare 50 gr di semola e 350 di farina)
1 filo di olio extravergine di oliva

Per il condimento
olio extravergine di oliva
1 kl pomodorini ciliegino
1 fascio di rucola
1 spicchio di aglio
sale

Procedimento
Su di una spianatoia di legno (o su un tavolo di marmo se avete la fortuna di averne uno) ponete la farina a “fontana”  mettetevi al centro le uova precedentemente amalgamate con un filo di olio extravergine di oliva.

Impastate la farina e le uova per una decina di minuti, fino ad ottenere un composto liscio, elastico  e abbastanza morbido, se le uova non bastassero ad amalgamare la farina aggiungete un cucchiaio o due di acqua, quindi lasciate riposare l’impasto qualche minuto coperto con un canovaccio umido.

Per stendere la pasta io uso la macchina e il mattarello.

Stendete la pasta in una sfoglia di uno spessore medio (per le tagliatelle non troppo sottile come si fa ad esempio per le paste ripiene come ravioli o agnolotti, ne troppo spessa come avrei dovuto fare per i cavatelli, sulla macchina lo spessore che io uso è il 4), quindi lasciatela asciugare per qualche minuto: una volta asciutta, arrotolate ogni sfoglia su se stessa e tagliatele a fettine larghe 1/2 centimetro.

Sistemate le tagliatelle su un piano asciutto e infarinato o appendetele ad asciugare per almeno un’ora prima della cottura.

Preparate intanto il sugo che preferite, per quello che vi ho proposto, è sufficiente soffriggere lo spicchio d’aglio in un po’ di olio extravergine di oliva, quindi aggiungere i pomodorini tagliati a metà e un po’ di sale (eliminando lo spicchio d’aglio). Lasciate cuocere qualche minuto, quindi versateci le tagliatelle al dente e la rucola pulita, qualche foglia di basilico e saltate un paio di minuti per emulsionare il condimento con le tagliatelle che lo assorbiranno prendendone sapore e profumi.

Tagliatelle pomodorini e rucola
Tagliatelle pomodorini e rucola