Torta “ortensie”

Il mio giardino inizia a riempirsi di ortensie, ho un’aiulo sotto il limone dove i cespugli sono rigoglioso e ne fioriscono di ogni colore. Così ho pensato di preparare una torta dedicata a loro. In realtà è un semplice pan di spagna con crema alle fragoline e ricoperta di crema al burro ma è di grande effetto e saporita.

torta ortensia

Dosi: 6 persone

Tempo: 60′ più 60′ di cottura per il pan di spagna e la crema

Difficoltà: media

Ingredienti
Per il pan di spagna
150 gr farina 00
150 gr zucchero
5 uova
per la crema
2 tuorli
2 cucchiai di zucchero
1 cucchiai di farina 00
1 cucchiaio di maizena
250 ml di latte
un limone non trattato
125 ml di panna fresca
fragoline di bosco a piacere
per la crema al burro
250 gr di zucchero a velo
125 gr di burro o margarina
coloranti naturali per dolci
vaniglia

Procedimento

1) preparate il pan di spagna: Nel frullatore montate i tuorli a neve ben ferma e aggiungete quindi, sempre mescolando, metà dello zucchero fino a farlo sciogliere bene. Tenete gli albumi da parte e montate i tuorli con il restante zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso, aggiungente quindi la farina setacciata e gli albumi mescolando con una spatola dall’alto al basso in modo da non far smontare l’impasto. versatelo in una teglia tonda da 24 cm precedentemente imburrata e infornate la torta in forno caldo elettrico a 180° (a gas livello 3)  per 10 minuti, quindi passate alla funzione ventilato e cuocete altri 20 min. circa.

2) Lasciate raffreddare la torta e preparate la crema pasticciera come spiegato qui. Quando sarà fredda aggiungete le fragoline di bosco lasciando che si amalgamino alla crema senza bisogno di frullarle. Aggiungete infine la panna montata e lasciate in frigorifero.

3) preparate la bagna confacendo bollire per alcuni minuti acqua zucchero e aromatizzate (una volta fredda) con del limoncello o fragolino.

4) La crema al burro. Montate in un frullatore il burro ammorbidito e tagliato a tocchetti con lo zucchero a vello fino ad ottenere un impasto spumoso e soffice che dividerete in 4 contenitori per poterla colorare con le diverse sfumature di rosa e azzurro che richiamano i colori delle ortensie.

5) Montate la torta, dividete in due dischi il pan di spagna, bagnatelo con lo sciroppo di acqua zucchero e il liquore scelto, farcitela con la crema alle fragoline e ponetevi sopra il secondo disco (nel caso il pan di spagna vi sia venuto molto alto e la crema è tanta potete dividerlo in tre dischi e avrete una torta ancora più ricca!). Non dovendo fare una decorazione liscia potete lasciare i dischi anche di forma irregolare senza dover rifinire i bordi.

Iniziate quindi a decorarla usando la crema a burro ed una bocchetta per la saccapoche del tipo a petalo (di cui vi posto la foto) facendo 4/5 petali per ogni fiore e giocando sulle sfumature di colori.

beccuccio

Buon divertimento e buon appetito (ricordate di metterla a riposare almeno un’oretta in frigorifero prima di servirla).

torta ortensia2

Annunci

Torta noci e cioccolato

Un dolce semplice e forse adatta a salutare il freddo che se ne va, con noci e cioccolata saporito soffice e semplice da fare. A me piace tutta la frutta secca e noci, nocciole, mandorle arachidi cerco sempre di inserirle nelle ricette dolci e salate anche con la scusa che sono ricche di vitamine e sali minerali.

DSC_8781

Dosi: 6 persone

Tempo: 15′ più 60′ di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti
60 gr farina 00
100 gr maizena
180 gr zucchero
5 uova
150 gr cioccolato fondente
1 cucchiaio di cacao amaro
150 gr di burro
1/2 bicchiere di latte
150 gr noci tritate
1 bustina di lievito per dolci
1 arancia (la scorza grattugiata)
4 cucchiai di cointreau

per la copertura
200 gr cioccolato fondente
100 ml di panna

Procedimento
Nel frullatore montate le uova con lo zucchero, una volto che sono chiare e spumose aggiungete il burro e il cioccolato precedentemente sciolti a bagnomaria (o nel microonde). Aggiungete, quindi le farine setacciate, le noci tritate, la buccia di arancia grattugiata, il latte e il lievito.

Mescolate il composto delicatamente e versatelo in una teglia da 25 cm, precedentemente imburrata e infornate la torta in forno caldo elettrico ventilato a 180° (a gas livello 3)  per 50 minuti.

Lasciate raffreddare la torta e preparate la ganache. Scaldate la panna fino a farla bollire e versatela sulla cioccolata tagliata a pezzettini, amalgamate il tutto in modo da sciogliere la cioccolata e lasciare intiepidire, versate quindi sulla torta e lasciate raffreddare almeno un paio di ore prima di mangiarla.

DSC_8782 DSC_8784

Noci

Con il termine generico “frutta secca” si indicano i frutti oleosi come noci, nocciole e mandorle. Ognuno di questi frutti ha proprietà particolari, e tutti, se consumati con moderazione, nutrono, rinvigoriscono corpo e mente, proteggono il sistema cardiocircolatorio, il cervello, la pelle, i capelli e i muscoli.

La parola “noce” viene intesa comunemente per indicare la parte commestibile del frutto dell’albero del noce

Una noce (o nucula) è un frutto secco con un seme (raramente due) contenuto in un pericarpo legnoso o coriaceo.

Le noci hanno diversi benefici, e pur essendo ricche di calorie vale la pena mangiarne in quantità limitata:

I Benefici delle Noci

1) Innalzano il Colesterolo Buono, l’HDL

2) Allontanano le malattie cardiovascolari

3) Sono utili contro il Diabete

4) Tengono lontano il Cancro

Noci
Noci

Tiramisù alle fragole e vaniglia

Giorno di festa, e quindi un dolce speciale; primavera e quindi fragole: tiramisù alle fragole in coppa, fresco saporito arricchito dal profumo della vaniglia e bello da servire. La ricetta l’ho presa e liberamente modificata da un vecchio numero di Alice cucina per gusto (vaniglia invece di limone) e per partecipare al contest di Mela’s Kitchen!

Tiramisù fragole e vaniglie
Tiramisù fragole e vaniglie

Dosi: 8 persone

Tempo: 45′ più 55′ di cottura

Difficoltà: media

Ingredienti
per la gelatina di fragole
600 gr di fragole
150 gr di zucchero
18 gr di gelatina in fogli

per il biscotto
5 uova
150 gr di zucchero
125 gr di farina
20 gr di fecola
zucchero a velo

per la crema
250 gr di mascarpone
5 tuorli
500 gr di panna
150 gr di zucchero
6 gr di gelatina
vaniglia (1 bacca o alcune gocce di ottimo estratto)

200 gr di fragole per la decorazione

acqua zucchero e 1 bacca di vaniglia per la bagna

Procedimento

1)Preparate la gelatina: Pulite le fragole, tagliatele a pezzetti e mettetele a cuocere in un tegame con lo zucchero. Una volta cotte (circa 15 minuti) frullatele e aggiungete la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e strizzata. Versate un primo strato nella coppa che avete scelto e ponetela in frigorifero. La restante gelatina lasciatela invece a temperatura ambiente.

2) Preparate il biscotto: Montate i tuorli con metà dello zucchero, aggiungete quindi gli albumi precedentemente montati a neve con l’altra metà dello zucchero e amalgamate con un cucchiaio aggiungendo le farine setacciate. Versate il composto in una teglia tonda della circonferenza della coppa che avete scelto per servire il tiramisù e infornate in forno caldo elettrico ventilato a 180° (a gas livello 3)  per 40 minuti. Lasciatelo raffreddare e dividetelo in due dischi.

3) La crema: montate la panna, aggiungete il mascarpone in modo da ottenere un composto omogeneo e tenete da parte. Montate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi e aggiungeteli alla panna e al mascarpone, aggiungete la  vaniglia e la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e poi sciolta al micoronde o a fuoco dolce e amalgamate con cura.

Montate il dolce secondo i vostri gusti, sullo strato di gelatina ponete una metà del biscotto che bagnerete con la bagna, preparata facendo sciogliere sul fuoco l’acqua con lo zucchero e la bacca di vaniglia incisa. Aggiungete una parte di crema, quindi decorate con le fragole, ponetevi sopra un altro disco di biscotto della gelatina, e ancora crema. Decorate la superficie con Altre fragole e della gelatina se vi è avanzata.

Lasciate raffreddare il tiramisù in frigorifero per almeno un paio di ore e servitelo accompagnato magari da del Fragolino o Limoncello

tiramisu fragole

Con questa ricetta partecipo al contest di Mela’s kitchen: la vaniglia

vanilla

Pane segale e muesli

Ancora esperimenti con la pasta madre che mi ha regalato Giovanna e che continuo a curare con attenzione e affetto!

Ho trovato una ricetta di pane di segale al muesli appena dolce per la presenza di un po’ di miele e del muesli, ottimo sia con formaggi e salumi che con la marmellata! A casa lo hanno divorato…

pane al muesli

Dosi: 8 persone

Tempo: 30′ più 18 ore di lievitazione e 50′ di cottura

Difficoltà: facile

Ingredienti
300 ml di acqua
100 g di pasta madre matura
250 g di farina di frumento tipo 0
250 g di farina di segale
15 g di sale
200 g di muesli (con uva sultanina)
15 gr di miele

Procedimento
Fate un impasto sciogliendo prima il lievito madre con l’acqua, quindi aggiungere il miele e la farina, il sale e il muesli. lavorare bene l’impasto fino a quando non sarà ben amalgamato liscio e incordato.
Lasciare l’ impasto nella stessa ciotola dove lo abbiamo lavorato, solo coperta da pellicola per circa 3 ore.
Terminata la prima lievitazione, prendiamo l’impasto lo reimpastiamo e lo lasciamo poi riposare per  tutta la notte coperto da un canovaccio umido in un luogo caldo e chiuso (io l’ho lasciato nel forno).
La mattina dopo dividiamo l’impasto in 4 parti, facciamo delle pagnotte e lasciamole lievitare a per circa 3 ore (io l’ho messi di nuovo in forno ma con lucina accesa).
Riscaldate il forno e inserite una teglia piccola con circa 1/2 lt di acqua.

Bagniamo la superficie delle pagnotte e distribuiamoci sopra altro muesli, Inforniamo a 220 gradi nel forno elettrico (forno statico)  o livello 3 per il forno a gas, e dopo qualche minuto abbassiamo la temperatura a  210 gradi (o livello 2,5 per il forno a gas) e la lasciamo così fino a completamento della cottura (orientativamente 50 minuti).

Consiglio: per rendere il pane un po’ più dolce e morbido potete aggiungere all’impasto due mele tagliate a dadini piccoli.

DSC_9061

Pasta alici, zucchine e pecorino

Le alici sono un tipo di pesce azzurro che a me piace molto, sono nutrienti, facili da trovare sempre fresche e soprattutto sono buone.

Ieri ho preparato questa ricetta veloce letta al volo su di una rivista che è piaciuta a tutti.

pasta alici e pecorino
Pasta alici e zucchini

Dosi: 4 persone

Tempo: 30′

Difficoltà: facile

Ingredienti
400 gr pasta doppia (tipo paccheri, rigatoni ecc)
200 gr alici fresche
3 zucchini medi
2 spicchi di aglio
pecorino
1/2 bicchiere di vino bianco
olio extravergine di oliva
sale e pepe

Procedimento
Pulire gli zucchini e tagliarli a fettine sottili, mettere gli spicchi d’aglio in una padella molto capiente con l’olio extravergine di oliva e far soffriggere. Togliere l’aglio e aggiungere gli zucchini con un pizzico di sale e pepe. Pulire le alici eliminando anche la lisca e aggiungerle agli zucchini una volta cotti (non devono friggere troppo), aggiungere quindi il vino bianco e lasciar cuocere pochi minuti.

Nel frattempo cuocere la pasta scelta, molto al dente, e saltarla nella padella con il sugo pronto aggiungendo se necessario un po’ di acqua di cottura (io evito di colarla troppo e l’aggiungo in padella già con un po’ di acqua).

preparare i piatti spolverizzando del pecorino grattugiato al momento.

pasta alici e zucchini
pasta alici e zucchini

Pane integrale

Doveva capitare anche a me! mi hanno regalato della pasta madre…e quindi ho iniziato ad usarla con ciò che preferisco: il pane!
Ho provato prima il pane integrale perché mi piace molto, perchè Federico è a dieta  ed avevo della farina da usare.
Onestamente sono molto soddisfatta del risultato è molto piaciuto, dura tranquillamente un paio di giorni senza perdere freschezza e sapore (in realtà la prima pagnotta l’abbiamo divorata, ma appena sfornata come resistere?)
Io ho fatto prima una prova e poi ne ho infornati direttamente 8 pagnotte che ho poi surgelato visto che durante la settimana mi risulta difficile dedicarmi ad una preparazione tanto lunga e anche scongelato il pane era ancora molto buono.

Pane integrale

Dosi: 8 persone
Tempo: 30′ più 18 ore di lievitazione e 60′ di cottura
Difficoltà: facile

Ingredienti
250 gr farina 00
500 gr farina integrale di grano tenero
250 gr di pasta madre matura
1/2 lt acqua
10 gr di miele
20 gr di sale

Procedimento
Fate un impasto con  farina, metà quantità di acqua  e il lievito madre, lavorandoli bene fino a quando non saranno perfettamente amalgamati.
Lasciare l’ impasto nella stessa ciotola dove lo abbiamo lavorato, solo coperta da pellicola per circa 30 minuti.
Riprendiamo ad impastare ed aggiungiamo la parte di acqua rimasta, il miele e il sale.
Terminato di impastare, prendiamo l’impasto e lo lasciamo riposare per  tutta la notte coperto da un canovaccio in un luogo caldo e chiuso (io l’ho lasciato nel forno).
La mattina dopo facciamo le forme che preferiamo, pagnotte, filoni, ecc e li lasciamo lievitare a 28 gradi per circa 4 ore (io l’ho messi di nuovo in forno ma con lucina accesa).
Riscaldate il forno e inserite una teglia piccolo con circa 1/2 lt di acqua.

Inforniamo a 220 gradi nel forno elettrico (forno statico)  o livello 3 per il forno a gas, e dopo qualche minuto abbassiamo la temperatura a  210 gradi (o livello 2,5 per il forno a gas) e la lasciamo così fino a completamento della cottura (orientativamente 50 minuti).

pane integrale

Premio “Super sweet blogging award”

Ragazze ma è da non crederci, sarà forse solo un sciocchezza per chi di blog non si interessa, ma ho ricevuto un altro premio…anzi doppio!, sia  Fiocchi di Burro che Giulia di Cuore di Carciofo mi hanno premiato con il “Super sweet blogging award”

Super sweet blogging award

Per poter “meritare” e passare il premio ci sono, ovviamente delle regole da seguire:

1. Visita e ringrazia il blogger che ti ha nominato;
2. Ringrazialo nel tuo blog e crea un link al suo;
3. Rispondi alle domande “Super Dolci”;
4. Nomina una “Dozzina di panini” a cui dare il premio (13, in realtà…), crea un link del loro blog nel post e avvisali postando un commento nel loro blog;
5. Copia e sposta il premio nel tuo blog.

per prima cosa ho visitato i due blog e li ringrazio qui con simpatia e gratitudine:

Cuore di Carciofo e Fiocchi di Burro

Ed ecco domande e risposte!

1. Biscotti o torta?

Mi piace preparare i biscotti, ma come resistere ad una fetta di torta? non troppo farcita però con crema panna preferisco quelle semplici come la caprese ad esempio!

2. Cioccolato o Vaniglia?

I miei dolci sono insaporiti di vaniglia – bacche, estratto ma non la polverina chimnica per carità – e cioccolata fondente, al latte, alle nocciole…e qui casco io con la cioccolata gianduja che mi fa letteralmente impazzire

3. Quale è il tuo spuntino dolce preferito?

Pane e marmellata, quella fatta in casa ovviamente 😉

4. Quando hai maggior voglia di cose dolci?

La sera, dopo una giornata di lavoro o dopo…le coccole

5. Se tu avessi un soprannome “dolce”, quale sarebbe?

cuoca pasticciona, perchè mio figlio dice che faccio tanti pasticci.

Ultima regola da rispettare, la più complicata in realtà, scegliere 13 panini a cui dare il premio, che dovrebbero avere meno di 200 followers. La difficoltà sta nel fatto che io nemmeno ho capito come si fa a sapere quanti follower ha un blog, per cui a priori scusate gli errori:

  1. Che te lo cucino a fare
  2. I fornelli di Alice
  3. Architettando in cucina
  4. Corinags Cucina
  5. Il paradiso del colesterolo
  6. La cucina di Sabrina
  7. Briciole di bontà
  8. A pancia piena
  9. Metti una sera a cena
  10. Laura & the Kitchen
  11. La Cucina di Sabrina
  12. In Cucina con Marsi
  13. Cucine con vista