Agrumi

Colorati e saporiti gli agrumi hanno conquistato il mondo. Sono ricchi di oli, di vitamine e di tante sostanze salutari conservate in ogni singola parte del frutto.
La terra natia degli agrumi non è la Sicilia ma l’India. La maggior parte dei frutti del genere citrus, infatti, cresce spontaneamente in estremo oriente.
La coltivazione in Europa, e nel mediterraneo in particolare, è stata introdotta solo nel X secolo dai Saraceni. La coltivazione dell’arancio dolce invece è stata introdotta dai Portoghesi appena nel secolo XVI, mentre risale addirittura al secolo XIX l’acquisizione del mandarino. Al giorno d’oggi gli Stati uniti d’america sono i maggiori produttori di agrumi al mondo.
Tutti gli agrumi sono ricchi di vitamine, in particolare quelle dei gruppi C e P, possono essere consumati in svariati modi (prevalentemente freschi).

Agrumi
Agrumi

 

Arancia
Bionde e rosse le dee della frutta ci consentono di fare il pieno di vitamine nei mesi invernali, non solo la C ma anche la A la B e la PP.
Le arance in antichità venivano chiamate esperidi. L’origine del nome è mitologica in quanto i frutti crescevano nel giardino delle Esperidi tre bellissime fanciulle figlie di Atlante e della Notte. Le odierne esperidi sono classificabili in tre varietà: le bionde, le colorate Moro, Tarocco e Sanguinella e le Navel (adatte per le spremute).
Sono prevalentemente un frutto invernale: in Italia maturano da novembre fino a primavera. Il succo è particolarmente ricco di vitamine. Prima fra tutte la vitamina C ma c’è una buona presenza anche di vitamina A, B PP.
Un’arancia, massimo due al giorno, è in grado di garantirci la quantità necessaria di vitamine. È molto importante fare il pieno di queste sostanze prima di tutto perché la cottura dei cibi fa perdere le vitamine agli alimenti e spesso, soprattutto d’inverno, la maggior parte della verdura viene mangiata cotta. In secondo luogo molti agenti nocivi della vita moderna come l’inquinamento, il fumo e lo stress ci fanno consumare vitamine.
Per concludere, le arance, che apportano 40 calorie per 100 grammi, sono ricche di acido citrico, che è antiossidante, astringente e disinfettante. Il frutto fresco aiuta nelle fragilità capillari, è sedativo e antinfiammatorio e, se consumato regolarmente, aiuta a prevenire le malattie da raffreddamento, mentre l’infuso di scorze di arancia favorisce la digestione.

Mandarino
Il più saggio e nobile fra gli agrumi è anche quello più ricco di zuccheri. Preferiamolo la sera per conciliare il sonno.
È originario della Cina e il suo nome deriva proprio da quello che veniva dato agli altri funzionari cinesi al tempo del Celeste impero. Mandarino significa saggio ed equilibrato e mandarina era la lingua nobile degli aristocratici di quella Cina antica.
Anche il frutto può dirsi saggio ed equilibrato: è dotato di importanti proprietà calmanti dovute al fatto che nel mandarino è contenuto il bromo, un sedativo del sistema nervoso centrale, utile a conciliare il sonno nelle ore serali.È uno degli agrumi più calorici, ben 72 calorie per 100 grammi, e infatti è degli agrumi più dolci.
È ricco anche di fibre, di vitamina C, di calcio e di potassio. La sua buccia contiene una sostanza antiossidante, il limonane, e un olio essenziale utilizzato per produrre sciroppi e profumi.

Limone
L’agrume più fedele alla linea, grazie alle sue proprietà alcalinizzanti fa bene a chi segue una dieta ricca di carne.
Il limone, che come la maggior parte degli agrumi è originario dell’India e dell’Indocina, probabilmente è un ibrido naturale tra il cedro e il lime.
A differenza di altri agrumi i limoni possono maturare anche una volta staccati dalla pianta. Spesso vengono staccati, manipolati e spediti ancora verdi (protetti da un trattamento fungicida e da un’inceratura). In seguito vengono trattati per farli maturare: per questo motivo non è consigliabile utilizzare le bucce dei frutti a meno che non provengano da colture biologiche.
Il limone è un agrume con bassissimo apporto calorico (11 calorie per 100 grammi), è molto ricco di olii essenziali, di acido citrico, acido malico, vitamina C, gruppo B e A, tra i sali minerali il più presente è il potassio. La scorza contiene ghiandole oleifere.
Un’importante proprietà del limone è quella di essere in grado di riequilibrare il metabolismo, grazie alle sue proprietà antisettiche e astringenti. Per esempio bere regolarmente succo di limone a digiuno è un buon metodo per depurare l’organismo.
Infine, questo agrume ha proprietà alcalinizzanti e depurative, e fa bene a chi segue una dieta ricca di carne e, quindi, di proteine perché sembra che il succo di limone sia un solvente dei calcoli renali grazie ai citrati e, soprattutto, al citrato di potassio che ne impedisce la formazione e ne facilita lo scioglimento.

Fonte:  Sanihelp.it

Annunci

Un pensiero riguardo “Agrumi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...